Articolo disponibile anche in: Inglese

Il pan di ramerino è un prodotto-simbolo in molte province della Toscana. Prodotto legato alla devozione, alla tradizione, alla socialità.

E anche nel comune di Tavarnelle sono molti i forni che, secondo la loro ricetta, lo preparano per molti mesi durante l’anno.

Uno di questi è il Forno Il Borghetto, in via Naldini.

La “ricetta”? Tutto parte, ovviamente, dalla farina. Poi lievito, zucchero, un pochino di strutto.

Qui al Forno Il Borghetto l’uva per il pan di ramerino è cilena, quella più grossa, senza semi.

Poi viene aggiunto un po’ di anice. Viene prodotto dalla fine di settembre alla fine di maggio: sopra viene fatto un segno caratteristico, con un quadrato appositamente utilizzato per questa funzione.

“Lo mangiano per devozione? Sicuramente – ci dicono sorridendo al Forno Il Borghetto – lo mangiano perché è buono!”.

Fabiano Tapinassi e Alberto Bartolini sono coloro che, ormai da undici anni, portano avanti la tradizione di questo forno, collocato in una delle zone storiche di Tavarnelle.

Era il luogo di un fornaio storico a Tavarnelle, “Paleo” Guarducci, poi passato di mano fino all’attuale proprietà.

Qui le specialità, oltre al pan di ramerino, sono il pane tradizionale senza sale, le rosette, il pane ai 5 cereali, la schiacciata di semel (con il malto nell’impasto).

Leggi altri articoli...