Articolo disponibile anche in: Inglese

La Pasqua è oramai alle porte e per questa ricorrenza vi vogliamo proporre un dolce tipico toscano: la Schiacciata di Pasqua.

E chi meglio della più brava pasticcera di Castellina in Chianti poteva aiutarci? Si proprio lei!

Mara Bovicelli o meglio “Donna Mara”. I suoi fragranti ed enormi cornetti hanno reso migliori le mattine di molti castellinesi. Il profumo delle sue paste si sentiva fino in piazza del Comune.

“Mi ha insegnato Alfio, lui lavorava dal Nannini! Infornavo più di centocinquanta brioche al giorno – ricorda – I triangolini di pasta mi sembravano piccoli e li facevo sempre più grandi. I cornetti mi venivano giganteschi, ma nessuno si è mai lamentato” ci dice ridendo.

Oggi è pronta a svelarci la ricetta della schiacciata di Pasqua: “È di mia sorella Marina, lei è bravissima in cucina, forse più di me”. Ci viene quasi da pensare che deve essere un dono di famiglia.

“Mi ricordo che quando ero bambina – prosegue sorridendo Donna Mara – ci sedevamo tutti intorno al tavolo la mattina di Pasqua. Si mangiava insieme alle uova, ai salumi perché era un contrasto dolce-salato. Profumava di famiglia, di festa insomma. Le preparava mia nonna e le metteva a lievitare una nottata sotto le coperte, insieme alle borse dell’acqua calda. Si svegliava anche a notte fonda per controllare se i dolci erano lievitati e pronti per la cottura”.

Ingredienti per circa sei Schiacciate di Pasqua

  • 6 uova
  • 500 gr di zucchero1 kg di farina più tutta quella che prende
  • 250 gr di fecola di patate
  • 250 gr di burro a temperatura ambiente
  • 250 ml di latte
  • 250 ml di acqua
  • 2 bottigliette di anice
  • 100 gr di lievito di birra (quattro panetti da 25 gr l’uno)
  • Un limone grattugiato
  • Un arancio grattugiato
  • Una fialetta di aroma all’arancio
  • Una fialetta di aroma al limone
  • Un pizzico di sale

Procedimento

La sera prima mettere a bagno in un contenitore gli anici insieme ad un bicchiere di Vinsanto.

Sciogliere il lievito in un bicchiere graduato con acqua e latte. Nell’impastatrice aggiungere piano piano la farina, lo zucchero, il burro, le uova, la fecola di patate, il composto di anice e a filo il lievito di birra.

Amalgamare lentamente e una volta ottenuto un impasto liscio e corposo, incorporare le fialette di aromi e grattugiare la scorza di limone e di arancio.

Per finire aggiungere un pizzico di sale e la restante farina. Versare 600 grammi circa del composto nell’apposito recipiente e mettere a lievitare in forno a 30 gradi con un pentolino d’acqua. Questo ci servirà per creare umidità ed evitare che le schiacciate si secchino durante la lievitazione. Lasciare riposare per circa 40 minuti.

Una volta raggiunta la lievitazione ideale, preriscaldare il forno a 150 gradi ventilato. Spennellare la superficie del composto con l’uovo sbattuto, infornare e lasciare cuocere il tutto, per circa trenta minuti.

Verificare la cottura con uno stuzzicadenti. Lasciare raffreddare e… cosa aspettate? Assaggiatela!

Jessica Nardi

Leggi altri articoli...