Articolo disponibile anche in: Inglese

Una nuova produzione firmata Jack and Joe Theatre, con il sostegno della Regione Toscane e il patrocinio dei comuni di Montespertoli e San Casciano.

Il Circo dell’Umanità, contro ogni discriminazione, intolleranza, ingiustizia, oppressione e schiavitù, si propone quale momento creativo che miri alla sensibilizzazione sui diritti umani spesso violati. Il teatro mai si è sottratto alla denuncia di qualunque sopruso; stavolta mette in scena alcuni dei 30 maggiori diritti che l’essere umano deve pretendere.

Musicisti, cantanti, attori, danzatori, artisti di strada… pittori, scultori, disegnatori etc, anime creative riunite intorno al tema dei Diritti Umani, un prodotto della civiltà, un progresso civile degli Stati moderni che è bene difendere, anche in Italia.

Ad iniziare dal 30 giugno e per quattro settimane, con tre appuntamenti a settimana, l’happening si svolgerà nei giorni di giovedì, venerdì e sabato a Casa Maiano.

Sì, la sala teatrale particolare e bella, è la colonica dove vive il regista Adriano Miliani. La casa e circa un ettaro di campi che la circondano si trova a Cerbaia.

Al loro arrivo, intorno all’ora di cena, gli ospiti, gli spettatori, saranno accolti sull’aia di casa da un buffet con prodotti locali di alta qualità, vino e olio di produzione propria e da un allestimento di opere figurative sul tema.

Dopo aver gustato il tramonto sulla Val di Pesa con gli occhi e col palato, inizierà un percorso nel campo sotto casa tra olivi, vigne e prati dove gli ospiti, nel percorso delle varie stazioni scenografiche, incontreranno gli artisti col loro contributo sul tema dei diritti umani. Il viaggio sarà particolare, suggestivo, la natura sarà protagonista e renderà la cosa ancora più magica. Visti i luoghi dove si svolgono le scene, si consiglia di indossare vestiario comodo per potersi spostare e sedere.

La durata dell’happening sarà di circa un’ora. Alla fine gli ospiti torneranno sull’aia dove potranno restare a convivio mangiando un dolce e sorseggiando un vino.

Gli artisti coinvolti nell’happening sono di nazionalità varie, italiani e stranieri, alcuni di loro conosciuti a livello internazionale. Ogni settimana il cast cambia, così che la pacifica denuncia abbia più voci dal mondo. Per informazioni su artisti, calendario, costi: [email protected] 335482883 (Mirella).