Articolo disponibile anche in: Inglese

Maria Fanfani è la Spa Manager, ovvero colei che guida e coordina le attività di questo vero e proprio paradiso nel cuore del Castello del Nero, a Tavarnelle: anche lei, come tantissimi degli oltre cento dipendenti della struttura alle porte di Tignano, vive nei dintorni. Nel suo caso a Noce, piccola frazione tavarnellina.

Ed è un Chianti che, per Maria, ha rappresentato davvero molto: una nuova casa, una nuova vita, un nuova sfida: “Sono arrivata qua per caso e non come Spa Manager – ci racconta – bensì come receptionist. Ho sempre avuto la passione di lavorare nel beauty e nel wellness, a 40 anni ho deciso di fare questo passo arrivando da tutt’altro settore”.

Al centro, Maria Fanfani

Al centro, Maria Fanfani

Insomma, con coraggio ha chiuso una porta. E, come capita a chi ha coraggio, di fronte le si è aperto… un portone: “Per me questa struttura è stata una scelta di vita – dice ancora – Sono arrivata con grande entusiasmo. Una serie di coincidenze, e forse anche la passione, mi hanno poi portata, in un anno, a diventare capo ricevimento della Spa. E, un anno dopo responsabile del centro benessere”.

Una bella storia di crescita professionale, di aggiornamento continuo, di progressione all’interno dell’azienda. Storie che spesso, nella nostra tradizione imprenditoriale e aziendale non sono certo frequenti.

“Il nostro non è un centro estetico – precisa Maria – ma è basato sul rilassamento della persona, fisico e mentale. Entrando qui dentro si dovrebbe staccare la spina ed essere coccolati e avvolti da tutto il percorso. Entrare in cabina per il trattamento e lì raggiungere l’apice del benessere, dimenticandosi del tempo che sta trascorrendo e di tutto quello che c’era con noi prima di entrare”.

“Curiamo molto la personalizzazione – prosegue – Ogni ospite non riceverà mai un trattamento uguale all’altro. Prima di iniziare chiediamo di compilare una carta di consultazione. Abbiamo delle domande chiave che ci permettono di capire quello che serve a chi abbiamo di fronte. Tanto da arrivare anche, nelle cabine, a portarlo alla scelta della musica, dei colori… . Abbiamo dei trattamenti visto davvero speciali ad esempio, in una dimensione sospesa nel tempo e nello spazio”.

Qui lavorano oltre dieci persone, c’è un personale prettamente dedicato all’accoglienza, alle cabine, al mantenimento dell’ordine del centro. Tutto il personale parla anche inglese. Il resto lo fa… il Castello.

“C’è una sorta di territorializzazione della Spa – racconta Maria – La proprietà ha affidato la progettazione di questo spazio al brand ESPA, leader indiscusso a livello internazionale per le strutture cinque stelle lusso. Tutto è stato pensato per questa location: dalle vetrate aperte sull’esterno ai colori, agli stessi trattamenti. Come quelli alla lavanda coltivata nei nostri giardini o al rosmarino dei nostri orti. Per non parlare di quello che è il trattamento “di firma”, ovvero scrub con sale e rosmarino e massaggio con olio extravergine d’oliva prodotto al Castello del Nero, caldo, infuso nella lavanda”.

Sala relax, percorso donna e percorso uomo-donna, spogliatoi, dieci cabine per i trattamenti, 1.000 metri quadri in totale, aperta sette giorni su sette 10-20.30. Nel percorso benessere doccia emozionale, sauna gentile, bagno turco aromatico e vasca idromassaggio, palestra.

Si può accedere anche da esterni: al percorso benessere (35 euro) e a tutti i trattamenti. Si va esclusivamente su prenotazione: 05580647785[email protected].

Leggi altri articoli...