Articolo disponibile anche in: Inglese

Si chiama “Sacralità e Gusto” ed è una rassegna davvero particolare, che si tiene nella straordinaria atmosfera della Pieve di Sant’Appiano, a Barberino Val d’Elsa.

Il viaggio proposto attraverso la rassegna, giunta quest’anno alla quarta edizione, è un percorso che riguarda tutte le percezioni sensoriali: vista, udito, gusto, olfatto, tatto saranno stimolati al fine di procurare le più piacevoli sensazioni che l’immersione nel “bello assoluto” possa dare.

La musica di alta qualità in un luogo il luogo incantato , sconosciuto ai più, il convivio del “boccone insieme” fanno di questi appuntamenti delle serate davvero uniche.

Si inizia mercoledì 1 giugno con Naomi Berrill e il suo violoncello, una sorta di chitarra piena di poesia.

Mercoledì 8 giugno Coro Euphonios, diretto dal Maestro Elia Orlando. All’inizio il suo repertorio è costituito principalmente da musica rinascimentale. Crescendo l’organico nasce anche l’esigenza di misurarsi con nuovi generi e fanno il loro ingresso i primi pezzi pop, in linea con la giovane età dei coristi. Oggi è composto da 50 elementi divisi in 4 sezioni, con un’età media di 25 anni.

Mercoledì 15 giugno è il turno di Alessandro Galati, pianista e compositore. Il suo ultimo CD, “Seals” è stato votato tra i 100 più importanti disci di Jazz del 2014.

Mercoledì 22 giugno Alex Modolo e Mauro Scaggiante, Fisarmonica duo. La fisarmonica è ancora, purtroppo, considerata dal pubblico uno strumento appartenente al ramo della musica popolare o folk,  ignari del fatto che possa eseguire autori classici, barocchi e contemporanei.

Mercoledì 29 giugno, “Una furtiva lirica”, arie e duetti dalle opere più celebri, musiche di Donizzetti, Puccini, Verdi e altro ancora. Con Francesca Becucci (soprano), Maurizio Marchini (tenore), Marco Francio (piano).

All’interno della rassegna saranno presenti le opere del fotografo Maurizio Sorvillo. Concerto e degustazione 25 euro, info e prenotazioni: 3351329330, 3355865008, [email protected].