Articolo disponibile anche in: Inglese

Frutto della mente vulcanica del rocker fiorentino Piero Pelù, insieme a due professionisti del motociclismo, il giornalista televisivo Giovanni Di Pillo, e della musica, Ringo DJ, nasce “Mosquito’s Way” con la voglia di rispolverare e far rivivere il patrimonio dei vecchi ciclomotori magari abbandonati nei garage dei nostri nonni. 

Dopo il successo di due edizioni “clandestine” fra amici e piloti, che si sono tenute a Firenze sulle colline di Bellosguardo – la prima il 30 ottobre 2015 e l’altra il 9 febbraio 2016 “Mardi Gras”, quest’ultima rigorosamente in costume – è stato disegnato il “Mosquito’s Grand Tour 2016”.

Quattro appuntamenti in location suggestive della Toscana per riunirsi, condividere e sfilare con i propri gioielli restaurati e lucidati a nuovo.

La prima tappa ufficiale si terrà il 4 giugno a Barberino Val d’Elsa. Il percorso si snoderà lungo la strada che da Barberino Val d’Elsa arriva alla Cappella di San Michele Arcangelo a Semifonte, dove si trova l’esatta riproduzione in scala della cupola di Santa Maria del Fiore di Firenze, opera del Brunelleschi. Un gioiello immerso nelle immerso nella dolcezza delle colline toscane.

Categorie ammesse: RULLI (ciclomotori con motori ausiliari e/Rulli); CICLOMOTORI a pedali fino a 50cc.; “TRUCCATI” (ciclomotori a pedali,  fino a 50 cc, modificati).  Tutti anteriori al 1990. L’evento è aperto a tutti. Dress Code: è d’obbligo abbigliamento vintage.

Il 4 giugno, la giornata inizierà nel primo pomeriggio con ritrovo, in piazza Barberini, esposizione dei motocicli e, a seguire le parate dei ciclomotori. In serata cena con premiazioni. Saranno eletti da una “Ghost Jury” i mezzi più belli per ogni categoria, il Look e la Lady più cool, e il “Mosquitero” che arriva da più lontano.

Info e iscrizioni: www.mosquitosway.net; [email protected].